Skip to content

Volevo Magia

L’autunno arriva quest’anno con una magia, l’ultimo album dei Verdena, Volevo Magia.
Nel corso degli anni in cui tiravano fuori i loro primi tre album, con un certo sentimento di rabbia mista a frustrazione, ho sempre considerato i Verdena una band a cui mancava la scintilla finale, quell’attimo in più per esplodere. Poi, un tranquillo pomeriggio di autunno, su QOOB TV passano Caños, video estratto dal loro quarto album Requiem. Ed ecco, ci siamo. Scoprirò che da oltre metà di quell’album, anno 2007, all’alba di una mattina del 2022 — in cui apro il loro video / “non-video” e li vedo riaffiorare dai bagliori di un’assenza / sogno lunghi ben sette anni —, quei tre ragazzi saranno una delle cose più belle che mi sia mai capitata, e non solo musicalmente.

Due fratelli, e una fan che assiste alle loro primissime esibizioni live in qualche taverna di paese. Una storia d’amore tra la ragazza dai capelli colorati, e il cantante dallo sguardo dolce e maledetto “dagli dei” dell’intuizione. Un pollaio come studio di registrazione, una fiaba per bambini mentre fuori nevica. Le influenze del grunge. Battisti e i Beatles…

Verdena: Wow LP & Caños EP
Still from Contro la Ragione videoclip
Still from Colle Immane videoclip

L’uscita di questo nuovo album, insieme alle date del tour, era stata annunciata dal nulla, come nel loro stile, solo tre mesi prima — a gennaio è uscito America Latina, musica ispirata al film dei fratelli D’Innocenzo. E inevitabilmente la mia memoria vola al giorno in cui, ascoltando solo pochi istanti di note messe su in un negozio di dischi, ho scoperto che avevano pubblicato Wow, una delle cose migliori che abbia mai ascoltato / sentito nell’intero arco della mia esistenza — o forse l’intero arco della mia esistenza di colpo racchiuso in istanti di note. Quei pochi secondi divini mi avevano prepotentemente messo di fronte a un vero e proprio miracolo. Anche se poi, per viverlo più intimamente, nei miei luoghi, avrei dovuto attendere ancora due settimane, visto che nel frattempo l’album era andato sold out in pochi giorni.

I Verdena arrivano sempre con poche impercettibili parole al cuore di ogni battito, nei meandri di un’emozione, nello stesso modo e in modo sempre diverso. Non c’è nulla di spiegabile in una band amata visceralmente da una propria ristretta tribù che le riconosce uno smisurato talento, pur dividendosi nettamente in due fazioni: quelli dei primi tre / quattro album versus quelli degli ultimi due / tre album — due di questi sono doppi. E chissà che la magia invocata in questo loro settimo lavoro, in un tempo segnato da odio e divisione, non sia quella di unire finalmente tutti in un’unica complice visione.

A proposito del titolo del disco, il cantante Alberto Ferrari ha raccontato a Rockol: “È come quando speri tanto in qualche cosa, ma quel qualche cosa non avviene. E vai comunque avanti…”

Still from Chaise Longue videoclip

English Version

One thought on “Volevo Magia Leave a comment

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out /  Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out /  Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out /  Change )

Connecting to %s